Il caso (o caos) della vita.

foto blogVi capita mai di sorridere di fronte a certe situazioni di vita inaspettate e di dirvi tra voi e voi “ma guarda te che CASO?”.
A me continuamente, e più provo a dare un senso logico agli avvenimenti e più mi incasino mentalmente.
In fondo riflettendo bene la vita stessa è una combinazioni di casi che talvolta s’intrecciano inspiegabilmente.
Partiamo dalle origini. Dalle origini di qualsiasi essere vivente: si nasce ed dal quel giorno i “guarda che CASO” spiccano il volo, poi inevitabilmente si cresce e la lista dei “guarda che CASO” s’impenna!
A quanti di voi è mai capitato di dire “è stato un CASO che….”:
“… fossi proprio lì al momento giusto.”
“… ci incrociassimo.”
“… non sia inciampata.”
“… mi sia venuto in mente.”
“…
abbia trovato un parcheggio libero.”
ecc ecc ecc.
Oppure di dire: “ci siamo incontrati per CASO”.
Ah beh, se dobbiamo parlare di sentimenti, si da il CASO che, spesso per CASO  ci si innamori.
Parlando invece di vita casalinga, a me per CASO la scorsa estate è cresciuto un fico in un vaso. Già, probabilmente nel sacco di terra acquistato in vivaio c’era finito un seme. All’inizio sembrava un banalissimo filo d’erba, e a dir il vero in più occasioni ha rischiato di essere estirpato, ma poi quel filo d’erba anomalo con il tempo ha preso forma e dà-dàààà ecco un fico!
Si lo so, pare una storia assurda ma la mia vita è un circo e quindi non mi resta che lasciarmi sorprendere!

(inizio a chiedermi se in realtà nulla sia mai per caso!)

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *